2,85 mm Lay-Felt Poro-Lay filamento

Lay Filaments

Poro-Lay è la nuova gamma di materiali di stampa 3D con proprietà uniche. Il materiale Poro-Lay è costituito da due componenti: una è solubile in acqua. Poro-Lay ha una struttura micro porosa che lo rende ideale per applicazioni sperimentali.

Ordina - Prezzi IVA inclusa
Sample (2 metri) €3,50
5 metri €7,50
10 metri €13,80
10 metri su bobina €14,80

Video

Filamento gommoso, con fibre di feltro e materiale solubile (tipo PVA) colore naturale.
Filamento sperimentale.
Per utenti esperti.

La gamma Poro-Lay è disponibile in quattro varianti:
- Lay-Fomm 40
- Lay-Fomm 60
- Lay-Felt
- Gel-Lay

Lay-Felt 
Lay-Felt ha caratteristiche simili al feltro, contiene fibre di feltro rigide o morbide. Lay-Felt si traduce in oggetti fibrosi e pieghevoli proprio come il feltro. Le possibili applicazioni includono membrane, filtri, tessuti o carta artificiale. Nella gamma di materiali Poro-Lay è la variante con resistenza alla flessione.

Caratteristiche

  • Abbastanza flessibile
  • Simile al feltro e micro poroso
  • Parzialmente solubile in acqua
  • Base riscaldata non necessaria
  • Nessuna deformazione

Specifiche tecniche

Diametro nominale 2,85 mm
Deformazione molto bassa
Flessibilità media
Resistenza meccanica n.d.
Temperatura di stampa 220-230 °C
Resistenza termica n.d.

Tips&Tricks

Tutti i materiali Poro-Lay sono rigidi nella forma di filamento. I Poro-Lay possono essere stampati con parametri simili a quelli del PLA, non è necessaria base riscaldata.
L'oggetto appena stampato risulterà duro. Il materiale va quindi posto in acqua, preferibilmente da uno a quattro giorni. Più sottile è l'oggetto, più breve è il tempo di risciacquo. Anche bassi valori di infill in fase di stampa, riducono i tempi di risciaquo.
In acqua la componenti solubile si dissolve e la struttura porosa rimane.
I micropori sono così piccoli (micron) che non si vedono ad occhio nudo. Le proprietà del materiale (spugnoso, fibroso, gelatinoso) sono fortemente influenzate dalla quantità di umidità. In sostanza gli oggetti quando sono asciutti sono più duri, quando sono in acqua sono molto più morbidi. Questo è dovuto alle molecole di acqua presente nei pori che riduce l'attrito.

Come pulire le stampe in acqua:
- Risciacquare delicatamente e lasciare in ammollo in acqua calda, con un po' di pazienza si otterrano buoni risultati.
- Dopo un giorno il materiale diventa più morbido, dopo tre giorni ogni residuo di PVA dovrebbe essere sparito.
- Mescolare e cambiare spesso l'acqua.
- È possibile ridurre il tempo di lavaggio utilizzando un pulitore ad ultrasuoni.
- L'acqua residua può essere rimossa dall'oggetto rapidamente utilizzando un asciugacapelli.
- Ripetere più volte le varie fasi: risciacquare in acqua pulita → lasciare in ammollo e attendere → asciugare.
- I residui di PVA sono oleosi al tatto, assicurarsi di eliminare tutti i residui.

TIP!
Se l'oggetto stampato viene immerso in liquidi diversi dall'acqua, le proprietà del materiale possono essere modificate di conseguenza. Attraverso l'uso di soluzioni ioniche o saline, il materiale può essere reso conduttivo. Interessante anche l'uso di inchiostri o oli.

TIP!
I filamenti Poro-Lay vanno conservati al riparo dall'umidità. Se il filamento con il tempo assorbe troppa umidità, per ottenere buoni risultati occorre asciugarlo in forno alla temperatura di 80 °C per 4 o 5 ore.

Data la diversità degli ugelli presenti sul mercato è difficile dare un consiglio sulla temperatura di utilizzo del materiale. I dati pubblicati, forniti dai produttori, servono solo come riferimento iniziale, la regolazione va raffinata per trovare le impostazioni ottimali in base al proprio setup di stampa.


Datasheet